Il mio nome è Gent

Oggi raccoglierò il guanto della sfida e vi parlerò di Gent.

No nessun affronto, nessuna dimostrazione di forza, solo una curiosità  storica: nella piccola città belga di Gent nel medioevo, erano riuniti abili artigiani della fabbricazione di scarpe e guanti.

È proprio da quest’ultimo indumento, che in francese si pronuncia gant, che prende il nome questa misteriosa città.

Marcondinodirondello

image
Machebelcastello

“Orsú dunque sua maestà, ma per quale bizzarro motivo ella decise di iniziare a costruire la sua nobile fortezza nel bel mezzo delle attività paesane tra maniscalchi, ferraioli e mastribirrai? Non era forse meglio erigere la sua maestosa dimora sul colle che sovrasta Gent così da far ammirare a tutti la sua beltà e potenza?”

“Pinzillacchere!!Siamo nel 1180, siamo moderni, è giunta l’ora che tutti possano vedere con facilità tutta la mia luminosa magnificenza.Il castello sorgerà proprio qui.”

Il tempo passa, i regnanti e le istituzioni cambiano, ma la sostanza meno: nel 1949 un nutrito gruppo di studenti sfondò la porta di accesso al castello, ormai diventato solo un simbolo, per protestare contro la decisione di aumentare il costo delle accise sulla birra. Purtroppo, la protesta non portò i risultati sperati: pare che per alleviare lo sconforto per la vana rimostranza gli studenti si siano ritrovati in osteria per un maltato quanto amaro boccale di birra.

Il tetto del vicino è sempre più verde

image

Gent, come la maggior parte delle città belga, venne messa a ferro e fuoco dal dominio delle truppe di Napoleone nel diciottesimo secolo.

Quando arrivó il momento della ricostruzione si scatenò una vera e propria gara su chi avesse la casa più bella: in fin dei conti all’epoca non esistevano ancora coupè di lusso, abiti firmati da sfoggiare e il pittore impiegava troppo tempo nel confezionargli un selfie.

Le famiglie più ricche riuscivano così a costruire i tetti più alti in modo tale che ogni passante fosse al corrente di cotanta ricchezza e prestigio.

Un momento: ma perché farle di quella forma? E perché scaglionate di piano in piano?

“Equibelgio” probabilmente mieteva vittime anche un tempo con le proprie cartelle esattoriali cosicché si cercava il modo di costruire utilizzando la minor metratura possibile.

Ehi raga tutto rego?

image
Graffiti Street

Chi vuole provare anche solo per un giorno a sentirsi un po’ fiammingo?

Andate in birreria e fate questi semplici gesti:

  • Mignolo alzato se volete ordinare una birra piccola semplice;
  • Gesto delle corna se desiderate una birra buona più graduata (assicuratevi di non aver avuto relazioni con le fidanzate dei baristi);
  • Palmo della mano aperta per ordinare una birra dolce come quella al gusto ciliegia o pesca molto popolari.

Se invece fate conoscenza con un abitante del luogo ricordate che nel momento dei saluti ci si dà solo un bacio sulla guancia e qualora prolungaste la vostra effusione sarebbe interpretato come motivo di molto interesse…

Gent è così, un agglomerato di storia, tradizioni, usanze e culture. Sono state predisposte quattro aree dislocate per il centro dove i writer possono dare libero sfogo alla propria creatività artistica.

Cosa penso io di Gent?

Immagina..puoi!
Immagina..puoi!

Beh, Gent è sicuramente la città del Belgio che più di tutte mi ha colpito.

Appena arrivi ti accorgi subito che ha una propria identità, non si è ancora svenduta al turismo di massa e le attrattive non mancano.

Non ho ancora parlato dei waffles! Prima d’ora li avevo assaggiati solo in Italia, non rimanendone così impressionato. In Belgio invece sono una vera bomba: gli abitanti prediligono quello semplice senza nulla, ma se vi posso consigliare..cioccolato e panna montata come non ci fosse un domani! Ora non mi rimane che cercare in rete un tutorial che mi spieghi come mangiarli senza sporcarmi tutto.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...