Quel poco che hai

Stavo scendendo giù per la montagna arcobaleno. Il gruppo era disunito. Con me Carlos, la guida, e Greg, un canadese conosciuto una mezz’ora prima. Stavamo parlando di quanto si mangiasse bene in Perù. Vediamo da un lato stesi sul prato una decina di persone. Erano gli uomini che si occupavano di sistemare e pulire i sentieri. Stavano pranzando con le loro famiglie. Mentre eravamo quasi di fronte a loro sento: “Sigues, aprovechen!”. “Venite avanti, approfittatene!” mentre il più anziano con la mano destra ci fa segno di unirci al loro cerchio. Nel mezzo un telo con diversi tipi di patate bollite, mais e fave. Il frutto del lavoro delle loro mogli messo al centro e condiviso con due stranieri. Io scusate ma vado fuori di testa! Per rendere meglio l’idea mi stavo sciogliendo come un cioccolatino. Cioè, sei steso su un prato con quel poco che la terra ti offre a oltre 4000 metri e lo vai a condividere con degli estranei che vengono “a casa tua” per scattarsi due foto per poi alzare i tacchi? Mi sono detto: ” Mattia hai ancora tanto da imparare, ma per il momento..aprovecha”.

IMG_6449.JPG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...